Dai cinque stelle alle stalle

Greg aveva un lavoro fisso, uno stipendio garantito e le vacanze pagate poi un giorno ha mollato tutto

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Alzi la mano chi non ha mai pensato almeno una volta di mollare tutto e di cambiar vita. Greg Costantini lo ha fatto per davvero. Con in tasca un bachelor in amministrazione del turismo e alle spalle un'esperienza lavorativa in alberghi di lusso vallesani nel 2007 ha deciso di rinunciare a un lavoro fisso, a uno stipendio garantito e alle vacanze pagate.

Trasferitosi ai monti di Ravecchia, mantiene la famiglia facendo il manutentore di giardini e vivendo secondo i principi della decrescita felice, ovvero riciclando, riscaldando con fonti rinnovabili e producendo da solo la maggior parte del cibo che consuma

Non è stato facile, ci dice. “Bisogna provare e imparare e non bisogna mai arrendersi”. Greg ci crede e per questo qualche anno fa, con la compagna, ha anche fondato l'associazione “Quercia nera”, che promuove questo stile di vita.

“Di negativo c'è il discorso dei soldi. Ci sono quindi problemi come la cassa malati che, per ora, pago grazie a un aiuto del cantone. A volte per il cibo devo far capo al Tavolino magico. È un po' più difficile trovar casa...”. Un problema che Greg dovrà presto affrontare: dove abita gli hanno infatti intimato la disdetta per fine dicembre del 2020. 

Sandro Pauli

Condividi