(AFP)

Hayabusa 2 torna su Ryugu

La sonda giapponese si è posata sulla superficie dell'asteroide giovedì mattina, al culmine della sua missione spaziale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La sonda giapponese Hayabusa 2 è riuscita a posarsi brevemente giovedì mattina (ora nipponica) su un lontano asteroide. Ciò rappresenta il punto culminante di una delicata missione spaziale iniziata nel 2014 e voluta dall’Agenzia di esplorazione spaziale giapponese.

L’atterraggio è stato un successo, hanno dichiarato i responsabili della missione. Poco prima degli applausi scattati tra i tecnici della sala controllo di Hayabusa 2, un portavoce dell’Agenzia spaziale del Sol Levante aveva confermato all’AFP che alcuni dati che lasciavano presupporre l’atterraggio della sonda erano giunti dallo spazio alla sala controllo.

Hayabusa 2 ha toccato, per la seconda volta, la superficie di Ryugu, corpo celeste attorno al quale lo strumento sta girando da circa un mese. Scopo della missione, la raccolta di campioni di polvere del sottosuolo. La sonda aveva avuto un primo contatto con l’asteroide lo scorso febbraio per raccogliere polveri in superficie.

ATS/AFP/Swing

Condividi