Dai nomi primitivi e derivati alla famiglia: quanto è ricco l’italiano!

A cura di Antonio Bolzani

martedì 24/10/17 13:00
Dai nomi primitivi e derivati...

In grande evidenza nella consulenza linguistica la struttura dei nomi: parliamo dei nomi primitivi e dei nomi derivati, cioè di quella categoria di nomi che rende molto ricca la lingua italiana.
Ad esempio da giorno, nome primitivo, abbiamo diversi nomi derivati: giornaliero, giornale, giornata, aggiornare, soggiornare e perdigiorno.
Da occhio derivano: adocchiare, occhiaie, occhiale, occhiata, occhio di bue, occhio elettronico, oculista e oculare.
Da scarpa: scarpaio, scarpata, scarpiera, scarpiere, scarpone e scarpinata.
E da tempo: contrattempo, maltempo, anzitempo, nottetempo, tempesta, tempismo, tempistica, temporale, temporaneo e contempo. Insomma, chi più ne ha, più ne metta…!
Poi diamo ampio spazio alle vostre domande, ai vostri dubbi e alle vostre curiosità sul buon italiano scritto e parlato. Nel Radiobolario, la rubrica con il Prof. Patota, divaghiamo attorno a “famiglia”.

Sono ospiti della trasmissione:
Gerry Mottis, docente di italiano alle Scuole Medie di Roveredo Grigioni e scrittore
Prof. Giuseppe Patota, docente di Linguistica italiana presso l’Università di Siena-Arezzo, accademico corrispondente della Crusca e socio corrispondente dell’Accademia dell’Arcadia

Europa League, forza Lugano!

Seguici con
Correlati
Altre puntate