La ragazza era figlia di un commesso della Prefettura della casa pontificia (ANSA)

Caso Orlandi: tombe vuote

Sono state fatte aprire con un'istanza dai familiari della ragazza scomparsa nel 1983 in seguito a una segnalazione anonima

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il corpo di Emanuela Orlandi, figlia di un commesso della Prefettura della casa pontificia, non si trova nelle due tombe del cimitero teutonico che, dopo il via libero del Vaticano, sono state aperte giovedì mattina e poi trovate vuote.

La famiglia della ragazza, scomparsa il 22 giugno del 1983 all'età di 15 anni, dopo aver ricevuto la precisa segnalazione che era stata sepolta in quel luogo aveva chiesto con un'istanza di poter verificare.

Le operazioni riguardano sia la tomba dell'Angelo della principessa Sophie von Hohenlohe, che quella attigua della principessa Carlotta Federica di Meclemburgo.  Le tombe vuote aprono anche ad un nuovo giallo: che fine hanno fatto le ossa delle due principesse?

Caso Orlandi, tombe vuote

Caso Orlandi, tombe vuote

TG 20 di giovedì 11.07.2019

 
ANSA/ATS/Nad
Condividi