Il Valegion è franato

Zona industriale ancora minacciata

Il Valegion – la montagna sopra Preonzo – è franato nel corso della notte. I geologi cantonali lo avevano previsto, analizzandone i movimenti. Tuttavia non c'è stato il temuto collasso dell'intera massa rocciosa, bensì si sono verificati continui scoscendimenti; i più importanti tra le due e le cinque.

300'000 metri cubi di roccia

Nelle prime ore dell'alba i 300'000 metri cubi di detriti franati di recente hanno causato il cedimento di quel materiale, che nel corso degli anni si era accumulato a metà montagna; un secondo scoscendimento ha poi lambito la zona industriale, apparentemente senza causare danni.

La domanda che ci si pone ora e se le sei aziende del posto potranno continuare a operare o dovranno trasferirsi. A rispondere è il sindaco di Preonzo Fabio Pasinetti.

Zona industriale sotto scacco

In mattinata un nuovo sopralluogo degli esperti ha fatto il punto sulla situazione, ma di certo il Valegion non è tornato a riposo. A tenere sotto scacco la zona industriale è sempre l’enorme deposito a metà montagna, chiaramente delimitato in alto dalla roccia fresca (color ocra) e in basso dai vecchi depositi di frane (color marrone), che in questi giorni si sono messi in moto.

Condividi