Su il sipario per "Lazzi di Luzzo"

Trent'anni di colonia, trent'anni di spettacoli teatrali fatti da ragazzi che girano le piazze del Ticino come i cantastorie di un tempo

Chi l’ha detto che i giovani non vanno più a teatro? Sicuramente non i ragazzi che durante l’estate frequentano la colonia estiva “Lazzi di Luzzo”, una frangia dell’Associazione “I Giullari di Gulliver” che ogni anno propone con i propri partecipanti uno spettacolo itinerante in varie piazze del Ticino. Da quasi trent’anni ormai questa colonia teatrale attrae diversi giovani, offrendo loro la possibilità di sperimentare, divertendosi, l'arte del teatro.

 

Dieci giorni di preparazione per mettere a punto il tutto e poi un viaggio attraverso le piazze, come i vecchi cantastorie, intrattenendo la popolazione in modo assolutamente gratuito. I ragazzi sono guidati e assistiti, fin dall'inizio dell'esperienza, da due registi. dell'esperienza. Scopo della colonia “Lazzi di Luzzo”: permettere ai partecipanti di esprimere appieno il loro spirito creativo, dando libero sfogo alle idee ed alla fantasia che, con l'aiuto di chi ormai sul palcoscenico ci ha passato parecchio tempo, si tramuterà in un vero e proprio spettacolo da proporre al pubblico.

La locandina dello spettacolo
La locandina dello spettacolo (rsi.ch)

Integrazione e rispetto reciproco sono le parole d’ordine alla colonia "Lazzi di Luzzo" dove ragazzi portatori di handicap o provenienti da foyer vengono accolti senza alcun timore e integrati nel gruppo di attori. Tra balli, canti e monologhi, lo spettacolo dei “Lazzi di Luzzo” permette di passare dal divertimento alla riflessione, fino ad un vero senso di libertà. Per riavvicinare le generazioni ad un passatempo troppo spesso snobbato a favore di televisioni e computer, ma che permette di vivere emozioni purissime.

Diego Medolago

Condividi