Entro sei mesi i documenti fino ad ora segreti dovrebbero essere resi pubblici (keystone)

Via il segreto sull'11 settembre

Joe Biden ha ordinato la declassificazione dei documenti relativi alle indagini sugli attentati del 2001

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Joe Biden ha firmato un decreto in cui ordina la "declassificazione" di alcuni documenti finora top secret relativi alle indagini sugli attacchi dell'11 settembre 2001. I documenti, che secondo molti osservatori e le famiglie delle vittime potrebbero rivelare il presunto coinvolgimento dell'Arabia Saudita, saranno resi pubblici nel giro di sei mesi.

"Il mio cuore è con le famiglie dell'11 settembre che soffrono - ha detto il presidente USA in una dichiarazione - e la mia amministrazione continuerà a confrontarsi rispettosamente con i membri di questa comunità. Ascolterò le loro voci e le prospettive nei progressi che si faranno".

Biden viene così incontro alle famiglie delle vittime le quali avevano chiesto ripetutamente di rendere note le carte. In vista del ventennale degli attacchi gli avevano anche chiesto di non venire a New York qualora avesse deciso di tenere ancora segreto il dossier invitando l'ispettore generale del Dipartimento della giustizia ad avviare un'indagine sul bureau investigativo per alcune prove che potrebbero essere andate perse o non più rintracciabili.

Anche se non ufficialmente confermato, fonti rivelano che il presidente statunitense l'11 settembre dovrebbe far visita al memoriale di Manhattan sorto sulle ceneri di Ground Zero.

 

Un TG20 speciale per l’anniversario

 

Sabato 11 settembre, il Telegiornale delle 20.00, andrà in onda in edizione speciale condotta da Roberto Cattaneo, più lunga del solito, in occasione dell’anniversario degli attentati suicidi coordinati contro obiettivi civili e militari degli Stati Uniti (World Trade Center, Pentagono e Capitol Hill) del 2001. Lo schianto dei quattro aerei dirottati causò direttamente la morte di 2'977 persone (più i 19 terroristi) e negli anni successivo provocò altre decine di migliaia vittime a causa delle sostanze inalate alle Torri Gemelle e della guerra globale al terrorismo islamista ancora in corso.

ATS/sdr
Condividi