L'inchiesta verteva sulle ipotesi di violazione del segreto d'ufficio e di istigazione alla violazione del segreto d'ufficio
L'inchiesta verteva sulle ipotesi di violazione del segreto d'ufficio e di istigazione alla violazione del segreto d'ufficio (keystone)

Vicenda Crypto, archiviata l'inchiesta penale

Lo ha deciso il procuratore straordinario della Confederazione: le indagini vertevano su indiscrezioni legate ad un rapporto confidenziale sulla vicenda

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'inchiesta penale sulla vicenda Crypto è stata archiviata. La procedura concerneva indiscrezioni tratte da un rapporto sulla vicenda della Delegazione delle commissioni di gestione (DelCdG) delle Camere federali.

È stato Peter Marti, il procuratore federale straordinario, a darne notizia in un comunicato diffuso nel tardo pomeriggio di oggi, giovedì. La decisione non è tuttavia ancora giuridicamente vincolante. L'inchiesta verteva sulle ipotesi di violazione del segreto d'ufficio e di istigazione alla violazione del segreto d'ufficio. Al centro delle indagini figuravano Markus Seiler, segretario generale del Dipartimento federale degli esteri (DFAE) e Peter Lauener, già capo della comunicazione del Dipartimento federale degli interni (DFI).

Nonostante indagini di vasta portata, non ha potuto essere corroborato, scrive Marti, il sospetto iniziale secondo cui Seiler e Lauener, insieme ad un altro collaboratore del DFAE e ad un giornalista di Tamedia, avrebbero trasmesso ai media informazioni contenute in una bozza di rapporto confidenziale della DelCdG.

Il caso Crypto era emerso nel 2020. Vari media riferirono che la CIA e i servizi segreti tedeschi avevano spiato oltre un centinaio di Paesi attraverso dispositivi di crittografia manipolati dell'azienda con sede nel canton Zugo.

 
Caso Crypto: Seiler tra indagati

Caso Crypto: Seiler tra indagati

TG 12:30 di giovedì 14.07.2022

 
ATS/ARi
Condividi