Previsto fino a un metro e mezzo sopra i 1800 metri (archivio tipress)

Cresce il rischio valanghe

Il pericolo è forte a causa delle abbondanti nevicate in arrivo lungo le Alpi, fino a un metro e mezzo oltre i 1'800 metri

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La neve è prevista in abbondanza fra mercoledì e giovedì a varie quote e con essa cresce il pericolo valanghe: l’Istituto per lo studio della neve e delle valanghe di Davos ha infatti diramato un’allerta di grado 4 (pericolo forte) su una scala di 5, che interessa quasi tutto l’arco alpino, in particolare le regioni a sud del San Gottardo.

La neve, come detto, cadrà copiosa nelle prossime ore tanto che già da ieri sera (martedì), MeteoSvizzera ha innalzato da grado 3 a grado 4 l’allerta già in vigore per la Leventina, la Val di Blenio e la Vallemaggia. Dopo il clima mite degli ultimi giorni le temperature scenderanno in picchiata e sopra ai 1'200 metri di quota sono previsti fra i 10 e i 60 centimetri. Oltre i 1'800 metri potrà cadere fino addirittura a un metro e mezzo.

Un breve fuori stagione, che tuttavia, come spiega Luca Panziera di MeteoSvizzera Locarno Monti, si preannuncia particolarmente significativo: “La nevicata rischia di essere la più importante per le alte quote della stagione fredda 2018-2019”.

CSI/ludoC
Condividi