Il luogo di sepoltura era già stato vandalizzato in passato
Il luogo di sepoltura era già stato vandalizzato in passato (Mathardy / Wiimedia)

Profanata la tomba di Pétain

Cestino dei rifiuti incendiato sul luogo di sepoltura del maresciallo che guidò la Francia collaborazionista

La tomba del maresciallo Pétain, capo della Francia di Vichy che collaborò con i nazisti dal 1940 al 1944, è stata presa di mira da vandali nella notte tra venerdì e sabato, vigilia dell'anniversario della sua morte.

L'allarme era scattato per un incendio nel cimitero di L'Île-d'Yeu e si è poi scoperto che un cestino dei rifiuti era stato dato alle fiamme sul luogo di sepoltura del maresciallo, la cui croce è pure stata spezzata. La polizia ha inoltre trovato delle scritte sulla pietra tombale, di cui per ora si ignora il significato.

Non è la prima volta che la tomba è oggetto di vandalismi: nel 2007 la croce era già stata spezzata e in diverse occasioni era stata coperta da rifiuti.

AFP/sf

Condividi