Una riforma che mira a proteggere i più giovani (Keystone)

Meno pubblicità per il tabacco

È quanto prevede una revisione legislativa approvata dalla Commissione della sicurezza sociale e della sanità degli Stati

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Limitare fortemente la pubblicità per il tabacco e vietare a livello nazionale la vendita di sigarette ai minorenni. È quanto prevede una revisione legislativa approvata martedì senza opposizioni dalla Commissione della sicurezza sociale e della sanità degli Stati.

 

La Commissione ha spiegato che è previsto un divieto generale delle pubblicità su quotidiani, riviste e siti internet. Come anche delle réclame che mettono a confronto informazioni sui prezzi o promettono regali. Saranno invece ancora possibili al cinema, su manifesti e articoli d'uso e presso i punti vendita, nonché la promozione diretta o l'invio in massa di mail agli adulti.

L’obiettivo principale di questa riforma, più restrittiva di quella proposta dal Consiglio federale, è una maggiore protezione di bambini e adolescenti, confermando la Convenzione quadro dell’Organizzazione mondiale della sanità per la lotta contro il tabacco.

 
ATS/Nad
Condividi